Le sue radici affondano nella preistoria sarda.

Il primo nucleo cittadino e’ stato creato dai fenici.

I Romani diedero  a Cagliari la fisionomia di citta’, con la costruzione di strade , acquedotti e porti che l’hanno trasformata in capitale dell’isola.

Dopo Roma la citta’  fu conquistata dai Bizantini , poi dagli Spagnoli per quasi 400 anni sino al dominio dei Piemontesi nella seconda meta’ dell’Ottocento.

Nella citta’ si mescolano i ricordi delle diverse civilta’  che si sono succedute nella sua storia :

     -Punica : nei resti della Necropoli di Tuvixeddu

     -Bizantina : con la basilica di San Saturnino

     -Pisana : con le Torri

     -Piemontese : con il meraviglioso Palazzo Regio.

L’arrivo dal mare offre al visitatore una scenografia unica . Il sapore africano delle palme e del giallo calcareo mischiato da una architettura marcatamente occidentale. Il golfo di Cagliari fu punto di approdo per i Fenici  nel VIII sec , dei Cartaginesi  e in seguito dei Romani.

 

Tradizioni di Cagliari

Nella storia della citta’ si intrecciano testimonianze , usi e costumi trasmessi da una generazione all’altra attraverso feste popolari , cerimonie , folklore e costumi di cui il popolo e’ geloso custode da secoli , e che animano la citta’ lungo tutte le stagioni.

Di tutte queste feste la piu’ importante e’ quella che rinnova , ogni 1 maggio da oltre 350 anni , la  gratitudine del popolo verso il Suo santo , Sant’Efisio, che libero’ la citta’ dall’epidemia  della peste, e lo fa attraverso una processione dai mille colori e profumi , vissuta con grande intensita’ di fede e devozione , attraverso il folklore di tutti i comuni e le tradizioni di tutta la Sardegna.

 

Natura a Cagliari

Spiagge bianchissime , parchi e lagune abitate da fenicotteri rosa .

Una lingua di sabbia fine , lunga piu’ di otto chilometri lambisce la citta’, incorniciata dalla Sella del Diavolo , inconfondibile promontorio che custodisce il porticciolo turistico di Marina Piccola , fino e oltre il lungomare delle citta’ vicine.

Circumnavigando il Capo di Sant’Elia si scoprono meravigliose cale ed insenature (cala Mosca, cala Fichera, Capo Sant’Elia) da scoprire a bordo di una barca , ma in parte raggiungibili anche via terra.

Cagliari e’ un ecosistema perfetto:

 - A pochi passi dalla lunga spiaggia del Poetto si adagiano lagune e oasi naturalistiche uniche in Europa.

 - Nelle vecchie Saline , che al tramonto si colorano di sfumature rosso-porpora , gli eleganti fenicotteri rosa hanno trovato un habitat  ideale.

 - La citta’ e’ incorniciata ad est dallo stagno di Molentargius , parco naturalistico e habitat perfetto per numerose specie vegetali ed animali.

 - A Ovest invece lo stagno di Santa Gilla , magico luogo dei primi insediamenti cartaginesi.

L' Orto Botanico , polmone verde della citta’, all’ombra dei suoi ficus secolari , custodisce antiche cisterne e ospita rarissimi esemplari della flora mediterranea e tropicale.

Splendidi panorami possono essere goduti dalla sommita’ dei colli cittadini : dai Giardini Pubblici e dal Terrapieno , Monte Urpino, Colle di San Michele e parco di Monte Claro.