Cagliari possiede la spiaggia cittadina piu’ bella di Italia.

Infatti la sua spiaggia del Poetto lunga quasi otto chilometri, offre , oltre al piu’ completo relax, anche un percorso per passeggiare e correre.

Tra le dune sabbiose si trovano numerosi campi per gli sport da spiaggia ( tennis ,volley ed il calcetto.).


Il mare e i suoi venti robusti richiamano gli appassionati delle tavole a vela , del wind , del kite-surf , e della vela che spesso , durante tutto l’anno, si riuniscono nel golfo per i grandi appuntamenti nazionali.

PRINCIPALI SPIAGGE DA VEDERE :

VERSO VILLASIMIUS: Poetto - Mari Pintau - Cala Regina - Torre delle stelle - Porto Giunco - Cala mosca - Timi ama - Punta Molentis - Cala Sinzias - Isola Cavoli - Isola Serpentare - Is Mortorius

VERSO CARLOFORTE :  Chia - Tuaredda - Capo Teulada - Cala Domestica - Isola Sant'Antioco - Carloforte - Costa Verde : dune di Piscinas - Porto Pino (Le Dune) - Capo Malfatano - Capo Spartivento -Costa di Nebida - Masua con Pan di Zucchero

 

NATURA

Poetto: Una lingua di sabbia fine, lunga piu' di cinque chilometri, lambisce  la citta' accompagnando lo sguardo fino a perdersi nell'orizzonte.

Incorniciata dalla Sella del Diavolo, inconfondibile promontorio che custodisce il porticciolo turistico di Marina Piccola, fino e oltre il lungomare delle citta' vicine, il Poetto e' la " spiaggia dei centomila ". Poco oltre il golfo, lungo la costa, si celano cale e insenature:  Calamosca , cala Fighera, capo Sant'Elia, da scoprire anche a bordo di una barca.

Cagliari e' un   ecosistema perfetto.

Citta' sospesa tra cielo, terra e acque. L'acqua a Cagliari non e' soltanto il mare. A pochi passi dalla lunga spiaggia si adagiano lagune e oasi naturalistiche uniche in Europa.  

Nelle vecchie Saline, che al tramonto si colorano di sfumature rosso-porpora, gli eleganti fenicotteri  rosa hanno trovato un habitat ideale.

La citta' e' incorniciata ad est dallo stagno di Molentargius, parco naturalistico e habitat perfetto per numerose specie vegetali e animali.  A ovest invece lo stagno di Santa Gilla, magico luogo dei primi insediamenti cartaginesi.

Il polmone verde della citta' e' il tranquillo Orto Botanico che all'ombra dei suoi ficus secolari, custodisce antiche cisterne romane e ospita rarissimi esemplari della flora Mediterranea e tropicale.

Splendidi panorami possono essere goduti dalla sommita' dei colli cittadini : dai Giardini Pubblici e dal Terrapieno, Monte Urpino, Colle di San Michele e parco di Monte Claro.