Cagliari e’ una citta’ d’arte.


I suoi musei conservano molte opere meritevoli di una visita.


- La Cittadella dei Musei ( alle porte del quartiere di Castello, sulle ceneri del vecchio arsenale Piemontese) . Al suo interno il Museo  

  Archelogico  ( dai famosi bronzetti nuragici alle statue di epoca Romana)

.
- Pinacoteca Nazionale , con imperdibili opere  pittoriche, oltre ad una interessante e bella collezione etnologica (tessuti, splendidi gioielli ,

  arredi, ceramiche ed armi) .


- L’antica cattedrale, racchiude e preserva , nel museo del Duomo , importanti tesori di secoli di storia sacra.


- I Bastioni , con la elegante passeggiata coperta, con il  loro panorama mozzafiato sulla citta’ e sul mare.


- Il Lazzaretto sul colle di Sant’Elia , l’ex vetreria a Pirri.

- Il Santuario di Nostra Signora di Bonaria.

- La Necropoli punica di Tuvixeddu.

- I pittorestici quartieri storici della citta’ con le loro stradine che ti riportano nelle tante testimonianze del passato , come :

 

     -Il quartiere Marina ,: legato alla presenza del porto già’ dai tempi dei Romani. Il suo nome antico, Lapola, indicava probabilmente una  

      parte dello scalo marittimo. Affacciato sul mare il quartiere ha sempre avuto una storia importante nell'economia della città' , sin dalle

     primissime origini che si fanno risalire al periodo punico . Durante il periodo romano , con il nome di Bagnarla, il quartiere conobbe una

     frenetica attività' commerciale e, alla luce degli scavi archeologici degli ultimi decenni, un continuo ampliamento urbanistico. Dal 1216 , i

     Pisani ne fecero il loro sbocco naturale al mare, così come gli Aragonesi che ne cambiarono il nome in Leapola. Questo quartiere fu per

     secoli residenza dei lavoratori portuali, dei doganieri, dei magazzinieri e artigiani di ogni genere. Oggi e' un quartiere multietnico , fatto di

     piccole botteghe e trattorie che spandono profumi di spezie e delizie gastronomiche varie.

 

     - Il quartiere Villanova : E' il piu' recente dei quattro quartieri storici di Cagliari e si e' sviluppato a partire dal XIII secolo sulle pendici

       orientali del colle di Castello. Il borgo si popolo' sopratutto in epoca spagnola ed ebbe una impronta contadina divenendo una delle poche

       oasi verdi della città'.

 

     - Il quartiere Stampace : Si sviluppa osservando la citta' di Cagliari dal lungomare della via Roma e allargando lo sguardo attraverso

       l'ampia visuale consentita dal largo Carlo Felice . E' il quartiere più antico della città'. Delle sue strade , ciascuna con la sua chiesa

       (Sant'Anna, San Michele, Santa Restituta , Sant'Efisio, , Dei Cappuccini) se ne ha notizia a partire dall'undicesimo secolo. Ancora oggi

       passeggiando per i suoi vicoli , si avverte la sensazione di percorrere un viaggio nella Cagliari più' vera con la sua connotazione urbanistica

       pre-medioevale.

 

     - Il quartiere Castello : Sorge sulla sommita' di un colle calcareo che domina dall'alto la citta'. Con le mura superstiti, con le imponenti torri

       pisane di San Pancrazio e dell'Elefante , con le strette viuzze e gli slarghi che raccontano i danni subiti nel corso delle guerre del ventesimo

       secolo, e' il cuore vivo e la memoria della città'. Probabilmente furono i Fenici a realizzare qui  l'acropoli di Karali .

       La passeggiata attraverso il quartiere oltre a consentire la visita a monumenti importanti offre la possibilità' per soste a botteghe di antiquari

       e artigiani oltre a spettacolose prospettive sul mare e sugli altri quartieri storici della città'.